Vivere in un mondo urbano

Cambia la lingua
Pagina Ultima modifica 19/09/2011 16:15
Un mondo sempre più urbano sarà caratterizzato probabilmente da maggiori consumi e maggiore ricchezza per molti, ma comporterà anche maggiore povertà per gli indigenti residenti nelle città, scarse condizioni di vita urbane e i rischi ambientali e sanitari associati potrebbero colpire tutte le zone del mondo.

Perché l’urbanizzazione è importante?

La progettazione e la gestione delle aree urbane, in particolare nel sudest asiatico, avrà forti impatti sulle emissioni globali dei gas a effetto serra e sulla domanda di risorse. Una volta costruita una città, potrebbe essere difficile alterarne l’assetto fondamentale. Gli abitanti si adattano a queste condizioni e può essere difficile modificare il loro comportamento. In molte parti del mondo in via di sviluppo, le città rischiano attualmente di chiudersi in modelli di sviluppo urbano caratterizzati da un uso intensivo dell’energia e delle risorse per decenni a venire.

In un mondo altamente interconnesso, con cambiamenti nell’urbanizzazione e nei relativi modelli di consumo, l’Europa sarà colpita per lo più indirettamente. Gli impatti possono includere cambiamenti dei modelli di uso del territorio europeo indotti da una più forte competizione e dalla minaccia di malattie che si sviluppano e diffondono globalmente.

Grafico 6: Tendenze urbane

Per la prima volta nella storia, più del 50 % della popolazione mondiale vive in zone urbane. Entro il 2050, probabilmente circa il 70 % delle persone vivrà in zone urbane (UNDESA, 2010). I demografi stimano che l’Asia ospiterà più del 50 % della popolazione urbana globale entro il 2050.

Per ulteriori informazioni, consultare: «Megatendenze globali: vivere in un mondo urbano», http://www.eea.europa.eu/soer/europe-and-the-world/megatrends

Grafico 6: Tendenze urbane

Geographic coverage

Azioni del documento

Commenti

Abbonamenti
Registrati per ricevere le nostre relazioni (in formato cartaceo e/o elettronico) e la nostra newsletter elettronica trimestrale.
Seguiteci
 
 
 
 
 
Agenzia europea dell'ambiente (AEA)
Kongens Nytorv 6
1050 Copenaghen K
Danimarca
Telefono: +45 3336 7100