Il contesto

Pagina Ultima modifica 19/04/2016 19:31

IL CONTESTO

1 Caratteristiche del rapporto sull'ambiente in Europa

Il capitolo illustra le modalità seguite per l'elaborazione e la strutturazione del rapporto e le funzioni da questo assolte. Procede poi alla presentazione e alla discussione della copertura, delle limitazioni, della scelta delle informazioni e delle metodologie valutative impiegate. Il modello tracciato nel riquadro che segue rappresenta la struttura analitica del rapporto ed evidenzia le interrelazioni esistenti fra valutazione ambientale, elaborazione e applicazione delle relative politiche.

Modello analitico adottato per il rapporto e sua interrelazione con l'elaborazione di una politica e la sua attuazione. In parole povere, le attività umane esercitano pressioni sull'ambiente circostante dando luogo a problemi ambientali.

2 Variazioni ambientali e sviluppo umano

Il capitolo fornisce il contesto per la valutazione dell'ambiente in Europa; attualmente, infatti, l'ambiente a livello mondiale viene alterato dalle azioni dell'uomo con effetti senza precedenti. Le interazioni fra ambiente e sviluppo vengono pertanto esaminate rispetto alle variazioni nelle interferenze con i cicli biogeochimici indotte dall'uomo. La crescita demografica ed economica sono fondamentali per la comprensione delle pressioni sull'ambiente esercitate dall'uomo; sostenibilità ed entità sono da parte loro concetti basilari alla cui luce analizzare tali problematiche. Il contributo dell'Europa ai mutamenti ambientali è spesso sproporzionato.

negli ultimi 100 anni, la popolazione mondiale è triplicata, l'economia mondiale è aumentata di 20 volte, il consumo di combustibili fossili di 30 e l'espansione industriale di 50

dal 18E secolo ad oggi, nel mondo sono stati abbattuti 6 milioni di chilometri quadrati di foreste - una estensione superiore a quella del continente europeo

a livello mondiale, le attività umane trasformano zolfo e azoto in quantità pari a quelle assorbite dai fenomeni naturali

3 Il continente europeo

L'Europa è il secondo continente in ordine crescente e comprende poco pij del 7% delle terre emerse. La circondano 9 mari di grandi dimensioni, compresi i due maggiori bacini interni del mondo - il Mar Caspio e il Mar Nero. Il continente europeo è costituito da 46 stati, 19 dei quali fanno parte dell'UE e dell'EFTA, 21 dell'Europa centrale, orientale e sudorientale, 4 sono piccoli stati continentali e 2 sono costituiti da aree insulari di dimensioni limitate. Il continente è attraversato da 3 diverse fasce climatiche - circumpolare, temperata e subtropicale - di cui si occupa questo capitolo. Esso illustra inoltre i fattori geologici e biogeografici principali responsabili delle caratteristiche del continente in termini di suolo e di flora. Chiude un resoconto sull'utilizzo del suolo in Europa.

in Europa, la proporzione di terreni destinati alle colture varia - passando da meno del 10% in Finlandia, Svezia e Norvegia, ad oltre il 70% in Ungheria, Irlanda, Ucraina e Regno Unito

le distese boschive variano dal 6% in Irlanda al 66% in Finlandia

ogni 10 anni, il 2% dei terreni agricoli viene assorbito dalla crescente urbanizzazione

l'Europa ha una densità abitativa di 2-3 volte superiore a quella degli Stati Uniti e dell'Africa, mentre è inferiore del 50% rispetto al continente asiatico

   
 
Azioni del documento
Agenzia europea dell'ambiente (AEA)
Kongens Nytorv 6
1050 Copenaghen K
Danimarca
Telefono: +45 3336 7100