Strumenti personali

Notifiche
Ricevi le notifiche sui nuovi rapporti e prodotti. Frequenza: 3-4 e-mail al mese.
Abbonamenti
Registrati per ricevere le nostre relazioni (in formato cartaceo e/o elettronico) e la nostra newsletter elettronica trimestrale.
Seguiteci
Twitter icon Twitter
Icona Facebook Facebook
Icona YouTube Canale YouTube
RSS logo RSS Feeds
Maggiori informazioni

Write to us Write to us

For the public:


For media and journalists:

Contact EEA staff
Contact the web team
FAQ

Call us Call us

Reception:

Phone: (+45) 33 36 71 00
Fax: (+45) 33 36 71 99


prossimo
precedente
voci

Vai ai contenuti | Vai alla navigazione

Sound and independent information
on the environment

Tu sei qui: Home / Sala stampa / Comunicati stampa / Rifiuti di imballaggio ancora fuori controllo

Rifiuti di imballaggio ancora fuori controllo

Cambia la lingua
È necessario fissare degli obiettivi precisi per raggiungere i traguardi delle politiche comunitarie in materia di riduzione dei rifiuti di imballaggio.

COMUNICATO STAMPA


Copenhagen, 7/10/2005


Rifiuti di imballaggio ancora fuori controllo


È necessario fissare degli obiettivi precisi per raggiungere i traguardi delle politiche comunitarie in materia di riduzione dei rifiuti di imballaggio.

La relazione pubblicata oggi a Copenhagen dall'Agenzia europea dell'ambiente (AEA) sostiene che affinché le misure relative ai rifiuti di imballaggio ottengano risultati positivi è necessario definire obiettivi precisi piuttosto che traguardi di carattere generale.

La relazione "Effectiveness of Waste Packaging Policies in Selected Countries" (Efficacia delle misure in materia di rifiuti di imballaggio in paesi selezionati) analizza i risultati ottenuti in Austria, Danimarca, Irlanda, Italia e Regno Unito sulla base del rispetto della direttiva comunitaria sui rifiuti di imballaggio. La relazione valuta i risultati di ogni paese in riferimento alla direttiva sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio, l'iniziativa legislativa di maggiore rilievo in questo campo.

I risultati indicano che la direttiva ha avuto un impatto maggiore nei paesi che hanno fissato obiettivi precisi. Gli obiettivi comunitari hanno determinato un netto incremento del riciclaggio dei rifiuti di imballaggio in tutti i paesi presi in esame.

Tuttavia, i volumi complessivi dei rifiuti di imballaggio in realtà hanno registrato un incremento del 7% tra il 1997 ed in 2001. In Irlanda sono aumentati del 36%. La relazione indica che la direttiva sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio ha mancato l'obiettivo principale poiché ha omesso di fissare obiettivi concreti per il volume di rifiuti di imballaggio prodotti.

"Nonostante i notevoli successi ottenuti col riciclaggio, per le politiche in questo settore resta ancora molto da fare. Bisogna concentrare l'attenzione sulla produzione di rifiuti. La definizione di obiettivi precisi farebbe comprendere meglio ai decisori politici ed al pubblico che il traguardo finale è evitare la produzione di rifiuti a monte" afferma la Professoressa Jacqueline McGlade, direttore esecutivo dell'AEA.

Per quanto riguarda il riciclaggio dei rifiuti d'imballaggio, l'Austria è in testa alle classifiche, superando gli obiettivi della direttiva. Anche la Danimarca e il Regno Unito hanno rispettato i loro obblighi in materia di riciclaggio dei rifiuti di imballaggio, come pure l'Irlanda, nonostante sia il maggior produttore di rifiuti di imballaggio per persona nell'UE (214 kg per persona rispetto ai 122 kg prodotti dall'Austria).

La relazione può essere consultata al seguente indirizzo:

Effectiveness of packaging waste management systems in selected countries

Policy effectiveness evaluation

Nota per le redazioni:


Valutazione dell'efficacia delle politiche
La valutazione dell'efficacia fa sorgere delle domande sulle politiche ambientali: stanno funzionando? Valgono il denaro investito e, in caso negativo, come possono essere migliorate?

L'AEA ha fatto una priorità della valutazione dell'efficacia delle politiche, puntando a misurarne ed a comprovarne i risultati al fine di legittimarle nel quadro di obiettivi più ampi e quindi di favorire il processo decisionale sulla base delle informazioni disponibili. Al fine di acquisire esperienza nel processo di valutazione dell'efficacia delle politiche e di fornire supporto in settori specifici, l'AEA ha svolto degli studi pilota sull'efficacia dei sistemi di gestione dei rifiuti d'imballaggio e sul trattamento delle acque reflue.

Informazioni sull'AEA


L'Agenzia europea dell'ambiente è il principale organismo pubblico dell'Europa incaricato di fornire ai decisori politici e al pubblico informazioni corrette e indipendenti sull'ambiente. L'AEA è attiva dal 1994 ed ha sede in Copenhagen.


Contatti e informazioni:


For Informazioni per i mass media:
Mark Grundy
Addetto all'informazione
Telefono: +45 3336 7207
Telefono cellulare: +45 2368 3675

Marion Hannerup
Capo affari generali e comunicazione
Telefono cellulare: +45 51332243


For public enquiries
EEA Information Centre

Enquiry form (English)


Geographical coverage

[+] Show Map

Azioni del documento

Commenti

Registrati subito
Ricevi le notifiche sui nuovi rapporti e prodotti. Attualmente disponiamo di 33187 abbonati. Frequenza: 3-4 mail al mese.
Notifiche d'archivio
Seguiteci
 
 
 
 
 
Agenzia europea dell'ambiente (AEA)
Kongens Nytorv 6
1050 Copenaghen K
Danimarca
Telefono: +45 3336 7100