Strumenti personali

Notifiche
Ricevi le notifiche sui nuovi rapporti e prodotti. Frequenza: 3-4 e-mail al mese.
Abbonamenti
Registrati per ricevere le nostre relazioni (in formato cartaceo e/o elettronico) e la nostra newsletter elettronica trimestrale.
Seguiteci
Twitter icon Twitter
Icona Facebook Facebook
Icona YouTube Canale YouTube
RSS logo RSS Feeds
Maggiori informazioni

Write to us Write to us

For the public:


For media and journalists:

Contact EEA staff
Contact the web team
FAQ

Call us Call us

Reception:

Phone: (+45) 33 36 71 00
Fax: (+45) 33 36 71 99


prossimo
precedente
voci

Vai ai contenuti | Vai alla navigazione

Sound and independent information
on the environment

Tu sei qui: Home / Sala stampa / Comunicati stampa / Nuovo sistema di monitoraggio dell'inquinamento atmosferico basato sul Web

Nuovo sistema di monitoraggio dell'inquinamento atmosferico basato sul Web

Cambia la lingua
Ozone Web, il nuovo strumento disponibile su Internet, presentato oggi a Copenaghen dalla Agenzia europea dell'ambiente (AEA), offre agli utenti per la prima volta la possibilità di controllare e seguire l'evoluzione degli episodi di inquinamento provocati dall'ozono a livello del suolo su una scala paneuropea.

Comunicato stampa dell'AEA

Nuovo sistema di monitoraggio dell'inquinamento atmosferico basato sul Web


Gli utenti potranno controllare i livelli di ozono in tutta Europa

Ozone Web, il nuovo strumento disponibile su Internet, presentato oggi a Copenaghen dalla Agenzia europea dell'ambiente (AEA), offre agli utenti per la prima volta la possibilità di controllare e seguire l'evoluzione degli episodi di inquinamento provocati dall'ozono a livello del suolo su una scala paneuropea.

L'ozono a livello del suolo rappresenta uno dei principali problemi di inquinamento in Europa. I dati raccolti da oltre 500 stazioni di monitoraggio della qualità dell'aria sono inviati all'AEA a Copenaghen con cadenza oraria e vengono presentati pressoché in tempo reale sul nuovo sito Internet.

Introducendo il nome di una località oppure cliccando su una carta dell'Europa, gli utenti saranno in grado di seguire l'evoluzione della qualità dell'aria sia a livello locale che su scala europea. Il sito conterrà anche informazioni sulle conseguenze per la salute corrispondenti ai livelli di ozono rilevati nella zona di residenza degli utenti.

"Nella sua dimensione di progetto europeo comune, Ozone Web, riflette la natura internazionale del problema dell'inquinamento atmosferico. L'inquinamento prodotto in un luogo può provocare conseguenze altrove a molte centinaia di chilometri di distanza. "Questo sito Internet costituisce un esempio eccellente di come l'UE possa creare forme di collaborazione tra gli Stati membri al fine e di offrire nuovi strumenti e servizi ai cittadini" ha dichiarato la professoressa Jacqueline McGlade, direttore esecutivo dell'AEA.

L'ozono in concentrazioni elevate costituisce un rischio per la salute. L'ozono, infatti, irrita le vie aeree causando difficoltà di respirazione e danneggiando i polmoni già dopo poche ore di esposizione. Una percentuale della popolazione urbana europea che può toccare il 30% è esposta a concentrazioni di ozono che superano le soglie fissate dall'UE. L'inquinamento da ozono è responsabile di 20.000 morti in Europa ogni anno.

Nella stratosfera -- la fascia atmosferica compresa tra i 10 e i 50 chilometri di altitudine -- l'ozono protegge la vita sulla terra dai raggi ultravioletti del sole. Tuttavia in prossimità della superficie terrestre le attività dell'uomo producono concentrazioni di ozono molto superiori ai livelli naturali.

L'ozono in concentrazioni elevate può combinarsi con altri inquinanti dell'aria come ossido di azoto (NOx) e particolato, formando uno smog nocivo. Tuttavia le concentrazioni più alte non vengono rilevate sempre nel centro delle città, dove avvengono di solito le emissioni degli inquinanti che formano l'ozono. Ciò avviene poiché l'abbondante quantità di ossido di azoto emesso dalle autovetture spesso impedisce la formazione dell'ozono. Dato che l'ozono può essere trasportato dal vento per 400-500 chilometri al giorno, il superamento dei livelli di allerta può intervenire anche in aree periferiche o rurali molto distanti dalle fonti delle emissioni inquinanti.

"L'UE ha fissato l'obbligo per gli Stati membri di avvertire i propri cittadini quando l'ozono raggiunge particolari livelli. Tuttavia Ozone Web fa molto di più, permettendo di controllare direttamente i livelli di ozono in qualsiasi momento ovunque ci si trovi. Grazie a Ozone Web sarà possibile verificare i livelli di ozono nei paesi vicini o nelle località di vacanza, controllare le tendenze più recenti e seguire la propagazione dell'ozono attraverso l'Europa trasportato dal vento." ha dichiarato la professoressa McGlade.

Nota per le redazioni

Gli utenti possono entrare in Ozone Web semplicemente attraverso il sito dell'AEA: http://eea.europa.eu/maps/ozone.

Episodi di inquinamento da ozono nel 2005

Durante l'estate del 2005, gli episodi di inquinamento da ozono di maggior rilievo sono avvenuti tra il 21 e il 24 di giugno e il 14 e il 17 di luglio. Durante questi periodi, sono stati registrati numerosi superamenti delle soglie di allerta di Europa. Gli episodi di inquinamento hanno interessato vasta parte del continente, toccando Austria, Belgio, Francia, Germania, Grecia, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Romania, Slovenia e Svizzera.

Informazioni sull'Agenzia europea per la sicurezza alimentare (AEA):

L'AEA si trova a Copenaghen. L'Agenzia intende promuovere uno sviluppo sostenibile e misurabile nei riguardi dell'ambiente in Europa tramite la fornitura di informazioni tempestive, mirate, pertinenti ed attendibili ai responsabili delle decisioni politiche ed al pubblico.

Contatti

Contatti con i media:

Mark Grundy
Tel. +45 33 36 72 07
Cellulare +45 23 68 36 75

For public enquiries:

EEA Information Centre

Enquiry form (English)


Geographical coverage

[+] Show Map

Azioni del documento

Commenti

Registrati subito
Ricevi le notifiche sui nuovi rapporti e prodotti. Attualmente disponiamo di 33209 abbonati. Frequenza: 3-4 mail al mese.
Notifiche d'archivio
Seguiteci
 
 
 
 
 
Agenzia europea dell'ambiente (AEA)
Kongens Nytorv 6
1050 Copenaghen K
Danimarca
Telefono: +45 3336 7100